TwitterFacebookYouTubeIssuuNewsletter

Per ottenere maggiori informazioni sul protocollo Z39.50

 

Download
La scheda completa dei parametri (PDF, 159 Kb.)  Per consultare la scheda completa dei parametri

 

File di configurazione

Accesso Z39.50

Che cos'è lo Z39.50

Lo Z39.50 è un protocollo di comunicazione che consente ad alcune applicazioni (client) di interrogare database bibliografici residenti su computer remoti (server). Lo Z39.50 permette di interrogare con una modalità unica (protocollo) cataloghi di tipo diverso o basati su software differenti: è possibile ad un utente remoto ricercare e recuperare le informazioni disponibili su un altro sistema informatico, senza conoscere la sintassi di ricerca utilizzata da quel sistema remoto. Standard di riferimento sono la norma ISO 23950 e, per gli Stati Uniti, la norma ANSI/ISO Z39.50. La sua evoluzione è coordinata dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Maggiori informazioni sul protocollo Z39.50 possono essere ottenute al seguente indirizzo: www.loc.gov/z3950/agency/ .

Amicus e lo Z39.50

AMICUS, sistema integrato per la gestione della biblioteca, adottato dalla Biblioteca dell'Università Gregoriana, è un server Z39.50. Per interrogare il catalogo della Biblioteca, occorre disporre di un client Z39.50 opportunamente configurato.

Numerosi software, open source o commerciali, sono a disposizione per gestire l’accesso ai server Z39.50, la gestione di bibliografie e dell'apparato scientifico di elaborati accademici.

Parametri Z39.50 per l'interrogazione del catalogo della Biblioteca dell'Università Gregoriana

Attenzione il sistema è case-sensitive; occorre rispettare le lettere maiuscole e minuscole.

La scheda completa dei parametri Per consultare la scheda completa dei parametri

Per alcuni dei più diffusi software di gestione di riferimenti bibliografici sono disponibili i file di configurazione.