TwitterFacebookYouTubeIssuuNewsletter

Home Page Studenti

 

Orario di apertura

Dal Lunedì al Venerdì: 10,00 - 12,30
Mercoledì: 15,00 - 16,30

Per inviare un messaggio all´Ufficio Borse di Studio Per inviare un messaggio all´Ufficio Borse di Studio

Modulistica online

Accesso alle dispense

Forum online

Norme per gli Esami

Norme per il Terzo Ciclo

Norme tipografiche

Argomenti e dissertazioni dottorali

Ricerca
Collegi

Zotero

 

 

 

Ufficio Borse di Studio

Guida dello Studente Ricerca

Delegato del Rettore R. P. Filomeno Jacob, SJ

Bacheca dell’Ufficio Borse di Studio

A decorrere dal 15 marzo 2017 è possibile presentare richiesta di

BORSA di STUDIO della PUG

per l’Anno Accademico 2017-2018 con le seguenti modalità:

  • gli studenti già iscritti all’Università al I o II ciclo o al Diploma, attraverso la pagina Web Servizi online-Studenti, entro il 28 aprile 2017;
  • i nuovi studenti che devono ancora iscriversi al I o II ciclo o al Diploma, attraverso l’apposito modulo reperibile nella pagina Web modulistica online o presso l’Ufficio Borse di Studio (F114/b), nel periodo delle iscrizioni al nuovo anno accademico;
  • gli studenti di Dottorato, attraverso l’apposito modulo reperibile nella pagina Web modulistica online o presso l’Ufficio Borse di Studio (F114/b), dopo aver presentato l’argomento della dissertazione, senza vincoli di scadenza.

Indice

1. Finalità

Per tornare all’indice della pagina

Le Borse di Studio sono finalizzate esclusivamente al pagamento delle tasse accademiche e sono generalmente parziali (per un importo complessivo pari alla metà del totale).

2. Nuovi studenti che si iscriveranno nel prossimo anno accademico al I o II Ciclo, al Diploma o al Master

Per tornare all’indice della pagina

3. Studenti già iscritti all'Università al I o II Ciclo, al Diploma o al Master

Per tornare all’indice della pagina

4. Studenti iscritti al Terzo Ciclo

Per tornare all’indice della pagina

5. Documentazione

Per tornare all’indice della pagina
  1. Per tutti (Diocesani, Religiosi, Laici). Una lettera personale da parte del richiedente indirizzata al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Sudio, in cui si presenta richiesta di borsa di studio e si risponde ai seguenti quesiti:
    1. se si intraprendono gli studi per propria scelta o per volontà dei Superiori;
    2. la finalità degli studi e/o l'eventuale incarico che si assumerà a seguito del completamento degli studi;
    3. la situazione economica propria, familiare o dell'Istituzione di appartenenza;
    4. se le restanti spese di studio, vitto, alloggio e sanitarie sono sostenute dai proventi del proprio lavoro, dall'aiuto che si riceve da parte dei familiari, del collegio, di privati o di altre Istituzioni.
  2. Per seminaristi e sacerdoti diocesani e religiosi/e solamente e soltanto per la prima richiesta. Una lettera del proprio Vescovo o Superiore Maggiore attestante:
    1. il percorso di studi che il candidato deve svolgere;
    2. l'indicazione del luogo di residenza dello studente a Roma;
    3. l'indicazione dell'aiuto economico offerto per il vitto, l'alloggio, le spese di studio e sanitarie dello studente nel suo periodo di permanenza a Roma;
    4. l'attestazione delle difficoltà della Diocesi o dell'Istituto a provvedere al pagamento delle tasse accademiche.
  3. Per i soli dottorandi. Oltre alle lettere di cui ai punti a e b, una lettera informativa del Moderatore della tesi, consegnata in busta chiusa o inviata per e-mail al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Sudio, nella quale si attesti lo stato della tesi, se il dottorando sta ancora effettuando la ricerca o ha iniziato la fase redazionale, se è possibile fare previsioni sul termine del lavoro dottorale.

 

6. Borse di Studio Santander

Per tornare all’indice della pagina

Programa de becas y ayudas

Il Programa de becas y ayudas in collaborazione tra il Banco Santander e la Pontificia Università Gregoriana è finalizzato, annualmente, ad aiutare gli studenti.

S'intende facilitare e promuovere la loro partecipazione nei diversi percorsi di studio che sono proposti dall’Università Gregoriana, affinché compiano la loro formazione e siano in grado di integrarsi nel mondo del lavoro, nei paesi d’origine e nelle loro Chiese locali.