TwitterFacebookYouTubeIssuuNewsletter
Per consultare l’Ordo anni academici 2017-2018

Commissione per la Qualità Accademica

Bacheca della Commissione per la Qualità Accademica

Calendario per la Valutazione della Qualità:

1. La Valutazione della Gregoriana da parte del Personale amministrativo: dal 14 al 25 gennaio 2019.

2. La Valutazione della Didattica (corsi, seminari) sarà fatta dagli studenti nei mesi di gennaio e maggio, almeno 3 settimane prima della conclusione dei corsi.

3. La Valutazione della Biblioteca: dal 4 al 15 marzo 2019.

4. La Valutazione della Gregoriana da parte dei Docenti: dal 18 al 29 marzo 2019.

5. La Valutazione della Gregoriana da parte degli Studenti: dal 18 al 29 marzo 2019.



COMMISSIONE PER LA QUALITA ACCADEMICA

La Pontificia Università Gregoriana, attraverso la Commissione per la Qualità Accademica, desidera promuovere un processo di miglioramento continuo della qualità nei servizi e nell’offerta formativa.

Sant’Ignazio è convinto che ciascuno può crescere, e dunque: si può fare sempre meglio, si può fare sempre di più. Il “magis” ignaziano significa ricerca dello sviluppo delle capacità proprie di ciascuno. Questo magis ci aiuta a riflettere sulle nostre tradizioni e valori e allo stesso tempo ci proietta verso nuove prospettive nella ricerca e nell’innovazione in ambito accademico.


Auspichiamo che tutta la comunità universitaria si renda partecipe e corresponsabile nei processi di valutazione della qualità, condividendo gli obiettivi, verificando i risultati raggiunti: in sintesi, occorre creare e promuovere una cultura della qualità, che aiuti ad approfondire la nostra identità e il senso di appartenenza all’istituzione.

MEMBRI
  • Hans Zollner, Presidente
  • Sergio Bonanni, Facoltà di Teologia
  • Marcelo Gidi, Facoltà di Diritto Canonico
  • Mario Pangallo, Facoltà di Filosofia
  • Jan Mikrut, Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa
  • Fernando de la Iglesia, Facoltà di Scienze Sociali
  • Pavulraj Michael, Istituto di Spiritualità
  • Jad El Chlouk, Dottorando
  • Miriam Viglione, Biblioteca
  • Anna Maria Spadaro, Servizi Amministrativi
  • Mabel Mercado, Segretario esecutivo
CONTATTO

Dott.ssa Mabel Mercado
Tel. 06.67015344
Mail: qualita@unigre.it
Ufficio C 201


VALUTAZIONE DELLA QUALITA'

Le indagini valutative sulla qualità sono rese possibili dai dati ricavati dai questionari di valutazione, che desideriamo estendere a tutta la comunità universitaria a diversi livelli. Per questo abbiamo bisogno della collaborazione corresponsabile di ciascun membro dell’Università.

Dal 2005/2006 ha luogo, ogni semestre, la valutazione dei corsi/seminari da parte degli studenti. È uno strumento molto utile per poter apportare dei miglioramenti nella didattica da parte dei singoli professori, ma anche per lo staff direttivo delle diverse Facoltà/Istituti/Centri in vista del reclutamento dei docenti e della programmazione dei piani di studio. Per poter monitorare le esigenze, i punti di forza e di debolezza in tutte le aree dell’Università, si estenderanno a tutti i membri della comunità universitaria i questionari di valutazione:

  • Questionari sulla soddisfazione degli Studenti sulla Facoltà, il Ciclo di studi, l’Università in generale.
  • Questionario sulla soddisfazione dei Docenti sulla Facoltà, il Ciclo di studi, l’Università in generale.
  • Questionario sulla soddisfazione del Personale Amministrativo.


SUGGERIMENTI E RECLAMI

Nell’Università Gregoriana lavoriamo continuamente per il “magis” ignaziano, che mettiamo a fondamento della qualità in ogni settore, e siamo molto interessati ai suggerimenti e ai reclami che ci aiutano a migliorare i nostri servizi.

Se desideri farci avere qualche suggerimento o reclamo puoi utilizzare il seguente formulario

 Generalità 
Nome:  
Cognome:  
Tipo di rapporto con l’Università:  
E-mail:
Confermare l’e-mail:
 Messaggio 
Testo del messaggio:  
Come da informativa sulla privacy, l'interessato dà il suo consenso al trattamento dei propri dati ai sensi dell'art.13 del D.Lgs.196/03.
  Inviare una copia del messaggio alla Sua e-mail  
   

CENNI STORICI

L’adesione della Santa Sede al Processo di Bologna (avvenuta il 19 settembre 2003 durante l’incontro dei Ministri per l’Istruzione dell’Unione Europea a Berlino) è stata determinata anche dall’intento di perseguire e realizzare alcuni obiettivi previsti nell’ambito del Processo di Bologna, tra i quali troviamo “l’attenzione alla qualità come valore intrinseco e necessario per la ricerca e l’innovazione in ambito universitario”.

La Congregazione per l’Educazione Cattolica ribadisce l’importanza di creare e promuovere una cultura della qualità da parte di tutti i soggetti interessati e coinvolti nella ricerca e nella didattica, nei servizi e nella gestione delle istituzioni accademiche ecclesiastiche (CEC, La cultura della qualità, Città del Vaticano 2011, Prefazione del card. Zenon Grocholewski).

La cultura della qualità non si riferisce a un singolo problema, risultato o ambito dell’attività, ma in generale ai processi da utilizzare per gestire la responsabilità, l’autonomia e la verifica stessa dell’intera istituzione nella sua fedeltà alla vision e mission fissate negli Statuti. La valutazione è un processo che si costruisce insieme, il cui valore non consiste soltanto nel giudizio prodotto, ma anche e soprattutto nel processo compiuto per produrlo.

Gli ambiti che vengono presi in considerazione come oggetto della qualità sono: la ricerca, l’offerta formativa, le risorse formative a disposizione degli studenti, l’attività formativa esaminata nella sua efficacia ed efficienza, l’adeguato funzionamento delle strutture.

Un lavoro capillare che l’Università Gregoriana ha svolto sulla qualità è stato la preparazione del Rapporto di Autovalutazione (RAV) richiesto dall’Avepro, l’Agenzia per la Promozione e la valutazione della Qualità, istituita dalla Santa Sede con il proposito di stimolare la qualità della ricerca e dell’insegnamento nelle istituzioni accademiche ecclesiastiche e valutarne la conformità con gli standard internazionali.

A questo RAV hanno collaborato tutti i membri della comunità universitaria. In questo Rapporto si sono esaminate in modo profondo e oggettivo tutte le attività accademiche e amministrative, le procedure e i processi decisionali che le rendono operative. Dal 15 al 18 giugno 2014 l’Avepro ha inviato una commissione di esperti per fare la valutazione sulla nostra Università. La Commissione era composta da: Prof. Dr. Léonce Bekemans (presidente), Jean Monnet Chair ad personam e Coordinatore accademico del Jean Monnet Centre of Excellence, Università di Padova, Presidente di Ryckevelde (European and International Centre of active citizenship, Bruges/B); Prof. Emmanuel Gabellieri, Prof. di Filosofia, Decano della Faculté de Philosophie et Sciences Humaines, Université Catholique de Lyon/Fr; Prof. Juan Pedro Montañes Gomez, Director of Quality and Planning, Università Pontificia Comillas, Madrid, ICADE; Prof. Don Roberto Repole, docente di ecclesiologia e teologia, Facoltà Teologica di Torino, Presidente dell’Associazione Teologica; e la Dott.ssa Antonella Anastasi, laureanda in Relazioni internazionali presso l’università LUMSA, Roma.

Nel sito dell’Avepro è disponibile il Rapporto di Valutazione finale relativo alla nostra Università. Questa valutazione ha contribuito fortemente al cammino di miglioramento della nostra Università e ci ha permesso di realizzare una più approfondita riflessione istituzionale sulle nostre priorità e sui percorsi per realizzarle, in modo da poter rispondere sempre meglio alla nostra missione, visione e obiettivi, al servizio della Chiesa e della società in generale.