MC2012  TEOLOGIA DELLE RELIGIONI I: FONDAMENTI DOGMATICI E SFIDE TEOLOGICHE

  • Accademic Unit
    Faculty of Missiology
  • Course
    Licentiate in Missiology , Licenza Ad Gentes, Licenza in Nuova Evangelizzazione

Scopo: a) Delineare contenuto, finalità e questioni aperte della Teologia delle religioni (= TdR), in ambito cattolico; i criteri e metodo che le sono propri; b) conoscere il dibattito sul rapporto Cristianesimo-religioni nei secoli; c) chiarire il suo rapporto con la prassi del dialogo interreligioso e la missione della Chiesa; c) individuare la sua specificità rispetto ai Religious Studies e alle Sciences Religieuses, (criteri, vantaggi, limiti della loro interrelazione). Contenuto: La denominazione di TdR è recente (anni ‘60), ma la riflessione sul rapporto Cristianesimo-religioni nasce già in seno alla Chiesa primitiva sviluppandosi lungo i secoli in senso soteriologico (Salus gentium [Padri], salus infidelis [Medioevo}, salus infidelium [Età moderna, secolo scorso], salus non-cristianorum [Vaticano II]. Tale sviluppo è suscitato anche dall’esperienza missionaria. Il Magistero del Concilio Vaticano II, come pure quello post-conciliare, recepiscono elementi di tale retaggio e fissano principi dottrinali essenziali, alla luce della Rivelazione, per una giusta comprensione della prassi e della finalità del dialogo interreligioso e della missione della Chiesa Cattolica. La conoscenza del significato di ciò che Teologia (natura, oggetto, scopo) è necessaria per comprendere in che modo la TdR si rapporti alla religione, tenendo conto dei suoi significati (pagano, cristiano, moderno). Inoltre, essa non si identifica con i Religious Studies e le Sciences Religieuses, ma si rapporta ad essi, mantenendo una sua specificità rispetto alle Scienze della Religione. Occorre capire questa relazione. Metodo: Lezioni frontali, con momenti di libero confronto, corredate da dispense molto dettagliate, contenenti l’antologia di testi commentati dal docente, ampia bibliografia, chiavi concettuali di raccordo ad altri temi (materiale scaricabile dalla bacheca virtuale). Valutazione: L’esame in forma orale o scritta consta di due tempi: 1) alcune domande iniziali di carattere generale: allo studente è richiesta un’esposizione personalizzata e libera di un determinato tema, con ampia possibilità di raccordo con altri temi connessi. L’intento è di verificare la sua capacità di sintesi/approfondimento dell’argomento; 2) alcune domande in dettaglio, per verificare competenza e conoscenza dei punti fondamentali del corso. La bibliografia verrà resa disponibile nelle dispense nella bacheca personale.

Information

  • Semestre: 1° Semestre
  • ECTS: 3

Teachers

Ilaria MORALI

Lesson schedule

Semester Day From To Room Floor Building Notes
1° Semestre Mercoledì 10.30 11.15 TBD 0
1° Semestre Mercoledì 11.30 12.15 TBD 0

Bibliography

  • K.J. BECKER – I. MORALI, Catholic engagement with world religions: a comprehensive study, Faith meets faith. (Maryknoll [NY]: Orbis Books, 2010); BENEDETTO XVI (Joseph Ratzinger), Fede, verità, tolleranza: il Cristianesimo e le religioni del mondo (Pisa: Cantagalli, 2003); G. FILORAMO, Che cos’è la religione?: temi metodi problemi (Torino: G. Einaudi, 2004); T. MERRIGAN and J. Friday, The Past, The Present, and Future of Theologies of Interreligious Dialogue, Oxford University Press 2017; J. DAGGERS, Postcolonial theology of religions: particularity and pluralism in world Christianity (London; New York: Routledge, 2013).

Lecture notes

This course does not have handouts