SPS239  LA SOCIOLOGIA DI DURKHEIM

  • Accademic Unit
    Facoltà di Scienze Sociali
  • Course
    Licenza in Scienze Sociali con specializzazione in Sociologia , Licenza in Scienze Sociali con specializz. in Dottrina sociale della Chiesa ed Etica pubblica

Obiettivo: Il corso intende fornire una conoscenza approfondita e
critica del pensiero di Durkheim identificando i concetti chiave e il suo
specifico metodo sociologico. Il suo pensiero sarà analizzato nel duplice
riferimento: 1. al contesto e al dibattito sociologico tra i grandi autori
“classici” della sociologia; 2. ad alcuni problemi fondamentali della sociologia
contemporanea e, più in generale, del mondo contemporaneo.
Contenuti: Il corso si articola in tre parti:
1. La prima parte si focalizzerà sulle quattro grandi opere di Émile
Durkheim: De la division du travail social (1893), Le suicide (1897),
Les formes élémentaires de la vie religiouse (1912), Les régles de la
méthode sociologique (1895). Da queste opere verranno estratti e analizzati
criticamente i concetti fondamentali che sono entrati stabilmente
a far parte del lessico sociologico: fatto sociale, solidarietà
meccanica e organica, densità morale, anomia, distinzione tra sacro e
profano, etc.
2. Nella seconda parte verrà approfondita e discussa la filosofia sociale e
la visione antropologica sottesa alle opere di Durkheim. In particolare:
a) il rapporto individuo-società; b) la visione dell’ordine sociale;
c) la teoria del mutamento sociale.
3. Nella terza parte il pensiero sociologico di Durkheim verrà messo a
confronto con quello di altri grandi autori del XIX e del XX secolo
come Tocqueville, Marx, Weber, Tönnies, Simmel, Parsons, Goffman.
Metodo: La lezione sarà caratterizzata da tre dimensioni principali:
- l’esposizione da parte del docente dei temi e dei concetti fonda -
mentali dell’opera di Durkheim e la loro collazione nei contesti sociali
e culturali in cui è emersa e nella quale oggi può essere recepita;
- la lettura diretta e il confronto in classe con alcuni passaggi fondamentali
dei testi di Durkheim;
- la lezione si svolgerà secondo una modalità specificamente interattiva
allo scopo di sollecitare la discussione, il confronto e l’assun-
zione critica dei contenuti disciplinari e la partecipazione attiva
degli studenti.
Valutazione: La modalità di verifica delle conoscenze e delle competenze
acquisite dagli studenti consiste in un esame scritto con domande
generali e di collegamento sui principali argomenti del corso.

Information

  • Semestre: 1° Semestre
  • ECTS: 4

Teachers

Guido GILI

Lesson schedule

Lessons schedule not available

Bibliography

  • Brani selezionati tratti dalle principali opere di Émile
    Durkheim (forniti dal docente).
    ROBERT A. NISBET, The Sociological Tradition, Basic Books, New
    York 1966; trad. it. La tradizione sociologica, La Nuova Italia Editrice,
    Firenze 1977 (parti scelte); Guy Rocher, Introduction à la Sociologie Générale,
    Editions Hurtubise, Montréal (Québec) 1969; Introduzione alla sociologia
    generale, SugarCo, Milano 1980 (parti scelte). RAYMOND ARON, Les
    étapes de la pensée sociologique, Gallimard, Paris 1976; trad. it. Le tappe del
    pensiero sociologico, Mondadori, Milano 1989 (capitolo su Durkheim).
    JOHN MADGE, The Origins of Scientific Sociology, The Free Press of Glencoe,
    New York 1962; trad. it. Lo sviluppo dei metodi di ricerca empirica in
    sociologia, Il Mulino, Bologna 1966 (cap. 1: Suicidio e anomia). RAYMOND
    BOUDON, La place du désordre. Critique des théories du changement social,
    Presses Universitaires de France, Paris 1984; trad. it. Il posto del disordine.
    Critica delle teorie del mutamento sociale, Il Mulino, Bologna 1985 (parti
    scelte).
    Tutti i testi indicati hanno avuto varie riedizioni fino ad oggi, sia nelle
    versioni originali sia nelle traduzioni italiane. Può essere utilizzata qualsiasi
    edizione.