TwitterFacebookYouTubeIssuuNewsletter

Rivisitare l'antropologia di Lonergan

 

Con il supporto del 'Centre for Catholic Studies' della Seton Hall University

Per consultare il sito Web del 'Centre for Catholic Studies' della Seton Hall University

Download
La locandina  Per consultare la locandina della Conferenza

Gli interventi e le tavole rotonde saranno sia in Inglese che in Italiano, con traduzione simultanea.

Comitato scientifico

bullet Prof.ssa Rosanna Finamore, PUG

bullet P. Massimo Pampaloni SJ, Pontificia Istituto Orientale

bullet P. Michael Paul Gallagher SJ, PUG

bullet P. Tim Healy SJ, PUG

bullet P. Bryan Lobo SJ, PUG

bullet P. Gerard Whelan SJ, PUG

bullet P. Lubos Rojka SJ, PUG

bullet P. Gaetano Piccolo SJ, Istituto Filosofico Aloisianum, Padova

bullet P. Franco Imoda SJ, PUG

Come raggiungere la Pontificia Università Gregoriana

Per informazioni:

P. Gerard Whelan SJ

lonergan@unigre.it

Rivisitare l'antropologia di Lonergan

Roma, 27-30 novembre 2013 - Conferenza Internazionale

Idee per la Conferenza e relatori principali

All'avvicinarsi della nostra conferenza, alcuni tra coloro che si stanno registrando tramite il nostro sito web ci chiedono ulteriori informazioni. Ancora non abbiamo tutti gli abstract delle relazioni che saranno presentate, ma possiamo offrire alcuni commenti sull'idea globale della conferenza e le biografie dei nostri relatori.

Idea e genesi della Conferenza

Quando P. François-Xavier Dumortier iniziò il suo mandato come Rettore della Gregoriana tre anni fa, parlò della sua ammirazione per il pensiero di Bernard Lonergan, che studiò ed insegno qui (1933-1940 e 1953-1965), dichiarando che avrebbe voluto che esso fosse più ampiamente conosciuto all'interno dell'università. Aggiunse che era convinto della rilevanza del pensiero di Lonergan per la continua attuazione del Concilio Vaticano II, il cui cinquantesimo anniversario stiamo attualmente celebrando. Suggerì quindi di organizzare una conferenza internazionale come primo passo per una più ampia appropriazione del pensiero lonerghiano.

Nell'Ottobre del 2012 il Rettore formò un comitato formato da dieci studiosi per progettare questa conferenza. Decidemmo il tema: "Rivisitare l'antropologia di Lonergan", implicando che la questione antropologica, cioè dell'identità umana, è un tema presente, anche se nascosto, in gran parte dell'odierno dibattito teologico e politico. Il comitato convenne che il modo migliore di comunicare il pensiero di Lonergan sarebbe stato di sottolineare che la sua antropologia si traduce in una metodologia con un'ampia area di applicazione.

Di conseguenza, la nostra conferenza assumerà un tono pratico, focalizzandosi sull'esperienza di persone provenienti da vari paesi che descriveranno come applicano il metodo lonerghiano in diversi ambiti: dialogo interreligioso, ecumenismo, dialogo cristiano con la cultura, dialogo tra teologia e scienze sociali, e l'identità di un'università cattolica.

Relazioni principali e repliche

Il metodo della nostra conferenza è partecipativo. Una caratteristica di questo metodo è la scelta di un numero limitato di relatori principali cui seguiranno altri relatori che replicheranno, e l'ampio spazio assegnato alla discussione generale.

Il nostro relatore principale, il Prof. Fred Lawrence, ci parlerà de "La ricerca di Lonergan per un'ermeneutica dell'autenticità" e offrirà una panoramica dell'antropologia lonerghiana e del metodo che da essa emerge. Il Prof. Lawrence è stato alunno di Lonergan alla Gregoriana, insegna al Boston College e, insieme alla moglie Sue, da quarant'anni organizza un "Lonergan Workshop" annuale.

Anche il Prof. Matthew Lamb, dell'Università Ave Maria (Florida) è stato alunno di Lonergan alla Gregoriana; la sua relazione, dal titolo "Gli anni di Lonergan alla Gregoriana: l'approfondimento della sua antropologia" offre una panoramica generale del pensiero lonerghiano. La Prof.ssa Rosanna Finamore, della Facoltà di Filosofia della Gregoriana, replicherà alla relazione del Prof. Lamb e, più di ogni altro, è stata attiva nel promuovere, all'interno della nostra università, il pensiero di Lonergan. I suoi ambiti di ricerca includono Topics in Education (Sull'educazione. Le lezioni di Cincinnati del 1959 sulla filosofia dell'educazione) e la relazione di Lonergan con i Tomisti trascendentali.

Dopo queste due relazioni di carattere introduttivo gli altri relatori si occuperanno delle applicazioni pratiche del metodo lonerghiano. P. Massimo Pampaloni S.I. insegna al Pontificio Istituto Orientale (Roma), un'istituzione "sorella" della Gregoriana, anch'essa gestita dai gesuiti. È principalmente un esperto di Cristologia e Patristica. La sua relazione "Studiando i primi concili: insieme ai cristiani orientali" esplora come la nozione di ermeneutica di Lonergan illumini il nostro studio dei Padri della Chiesa e dei primi Concili. Allo stesso tempo, sottolinea come questo approccio possa essere accettato dai cristiani orientali e, quindi, come il metodo di Lonergan sia importante per l'ecumenismo. La replica alla sua relazione sarà da parte del Prof. Jeremy Wilkens, direttore del Lonergan Research Institute di Toronto, esperto della Cristologia loneerghiana.

Il Prof. Neil Ormerod dell'Australian Catholic University, relazionerà su "Lonergan e il dialogo interreligioso". Delineerà il modo in cui dapprima Lonergan, e poi il suo discepolo Fred Crowe hanno trattato le problematiche interreligiose; esporrà poi la proposta di Robert Doran riguardo uno sviluppo importante all'interno della teologia sistematica di Lonergan basato su una "tesi di quattro punti" ed esplorerà la sua importanza per il dialogo interreligioso.

Il Prof. Philipp Renczes S.I. insegna Antropologia cristiana alla Gregoriana ed è il direttore del Centro "Cardinal Bea" per gli studi giudaici, il mezzo principale tramite il quale la Santa Sede dialoga con il Giudaismo.

Il Prof. Michael Paul Gallagher S.I. è ex Decano della nostra Facoltà di Teologia ed attualmente vi insegna Teologia fondamentale. Come il titolo creativo della sua relazione ci fa notare, "Lonergan come terapia per le culture smarrite", il Prof. Gallagher ha una formazione in Letteratura inglese ed è un comunicatore efficace nei contesti di secolarizzazione. Il Prof. Joseph Ogbonnaya, viene dalla Nigeria ed insegna alla Marquette University del Wisconsin (USA); ha pubblicato opere su Lonergan e la relazione della cultura allo sviluppo sostenibile in Africa.

Tavole rotonde

Il desiderio di dare un taglio pratico alla conferenza ci ha portato alla decisione di dare un ruolo predominante alle tavole rotonde. La prima ha come tema: "Il dialogo: cristianesimi e religioni a confronto". Il Prof. Ivo Coelho SDB, sacerdote salesiano e Rettore del Ratisbonne Monastery a Gerusalemme, parlerà del dialogo Cristiano con la filosofia indiana; il Prof. Chae Young Kim, protestante, parlerà della sfida con la complessa realtà della religione e della cultura coreana; infine, la Prof.ssa Catherine Clifford, un'ecclesiologa cattolica di Ottawa, ci parlerà del suo lavoro sul dialogo Protestantesimo-Cattolicesimo.

La tavola rotonda "La scienza sociale e 'la guarigione della storia'" si impegna ad affrontare la questione, sempre importante, di come gli scienziati sociali debbano essere convertiti sia moralmente che intellettualmente. Il Prof. Tim Healy S.I., gesuita irlandese, insegna presso l'Istituto di Psicologia della Gregoriana e ci descriverà come l'Istituto, sin dalla sua fondazione negli anni Settanta, abbia impiegato la metodologia di Lonergan per mettere in relazione la psicologia con la spiritualità e la teologia.

William Sullivan è un medico di Toronto: ha conseguito un dottorato sulla filosofia di Lonergan, ed è membro della Pontificia Accademia per la vita. Ci parlerà della World Association of Catholic Bioethicists, di cui il è fondatore, e di come essa utilizzi il metodo lonerghiano.

Il Prof. Paul van Geest, dell'Università di Tilburg (Paesi Bassi) è uno storico, esperto del pensiero di Sant'Agostino. Attualmente è coinvolto in un progetto all'interno della sua università che mira a spingere le scienze sociali a collaborare tra loro al fine di produrre valide proposte di pubblica utilità per il governo Olandese.

L'ultima tavola rotonda affronta il tema "Lonergan e l'università". Monsignor Richard Liddy (un altro ex alunno di Lonergan alla Gregoriana) è stato Vice presidente della Seton Hall University (New Jersey, USA), responsabile delle questioni riguardanti l'identità cattolica.

Il Prof. Francisco Galàn, dell'Universidad Iberoamericana di Città del Messico, ha utilizzato Lonergan nella presentazione di corsi di pedagogia e etica universitaria ai nuovi professori della sua istituzione.

Il Prof. Anthony Kelly C. Ss.R., sacerdote Redentorista e membro, convocato dal Papa, della Commissione Teologica Internazionale, parlerà di come abbia utilizzato Lonergan nel suo lavoro di Amministratore dell'Australian Catholic University.

Workshops pomeridiani

Nei pomeriggi del 29 e 30 Novembre, dalle ore 15,30 alle 17,00, si terranno contemporaneamente alcuni workshops.