Nasce il Catholic Forum Roma

Nasce il Catholic Forum Roma

Dalla collaborazione tra istituzioni cattoliche nasce catforumroma.it il primo portale online di eventi accademici a Roma. La piattaforma catforumroma.it raccoglierà gli eventi accademici organizzati dalle istituzioni cattoliche aderenti all'iniziativa, rendedoli visibili e consultabili pubblicamente. Questa iniziativa segna il primo passo verso una collaborazione culturale di più ampio respiro che potrà favorire l’organizzazione di iniziative comuni tra le istituzioni coinvolte, favorendo sinergie e offrendo maggiore visibilità alla vitalità culturale di Roma.

Le istituzioni accademiche attualmente coinvolte nel progetto sono la Pontificia Università Gregoriana, il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica (PISAI), il Pontificio Ateneo S. Anselmo, la Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA), la Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino (Angelicum) e la Pontificia Università Urbaniana, con il coordinamento del Georgetown University Representative Office in Rome e del Rome Global Gateway dell’Università di Notre Dame, che ospita la piattaforma.

L’obiettivo comune è rendere fruibili gli eventi di maggiore rilievo culturale ad un pubblico più ampio, nonché facilitare l’attività di ricerca di studenti e studiosi residenti o di passaggio nella Città Eterna. La piattaforma, raccogliendo in un unico calendario le proposte accademiche in programma, faciliterà l’utilizzo delle risorse della città in termini di quantità di istituzioni accademiche presenti nel territorio (università, biblioteche, archivi), di organizzazione di seminari e convegni, nonché di internazionalità delle istituzioni coinvolte.

Con la creazione di catforumroma.it si è cercato di dare risposta ad un’esigenza comune di collaborazione ed unione per il raggiungimento di un obiettivo unico, lavorando assieme per una proposta culturale migliore e di maggiore successo. Il portale è online da metà dicembre e ci si augura che il gruppo di istituzioni coinvolte possa allargarsi, garantendo così un calendario sempre più ampio e completo.

 

Condividi:

Tags: