Sulle nuove misure di contenimento dell'epidemia

Sulle nuove misure di contenimento dell'epidemia

Comunicato a tutta la Comunità universitaria

 

1. Il 21 ottobre u.s. il Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Lazio ha emesso una ordinanza con nuove misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19.  Tra queste misure, si ritiene opportuno il potenziamento della “didattica a distanza sia presso le scuole secondarie che presso le università”.  In concreto, si determina per le università “il ricorso alla didattica digitale integrata per una quota pari al settantacinque per cento degli studenti iscritti, con esclusione delle attività formative che necessitano della presenza fisica o l’utilizzo di strumentazioni” (Art. 3, 2).

 

2. Il 22 ottobre u.s. la Congregazione per l’Educazione Cattolica ha ribadito che le istituzioni universitarie ecclesiastiche sono tenute a rispettare le indicazioni e le prescrizioni emanate dalle autorità locali competenti, governative e sanitarie, circa la sicurezza di persone e ambienti.

 

3. Dall’inizio dell’anno accademico, la Pontificia Università Gregoriana ha messo in atto una serie di misure di salvaguardia della salute, tra cui un sistema misto di insegnamento che prevede la  didattica sia in presenza sia a distanza.  Si considera, perciò, che sia già in atto “il ricorso alla didattica digitale integrata per una quota pari al settantacinque per cento degli studenti iscritti”. Di conseguenza, non si ritiene necessario, per il momento, introdurre delle modifiche alla programmazione didattica.

 

4. Si raccomanda di continuare a rispettare, ancora con più cura, tutte le misure indicate per la salvaguardia della salute e per evitare i contagi: rimanere a casa in caso di temperatura superiore a 37,5° o sintomi influenzali; autoisolamento in caso di contatto stretto con persone positive al Covid-19; uso della mascherina; rispetto del distanziamento di almeno un metro; igiene delle mani; sanificazione e aerazione degli ambienti.


5. Le Autorità Accademiche ripongono la loro massima fiducia nel senso di responsabilità personale di tutti i membri della Comunità Universitaria e, allo stesso tempo, continueranno ad assicurare tutti gli sforzi per garantire il proseguimento delle attività didattiche e di ricerca, nonostante le circostanze straordinarie in cui viviamo.


6. Come sempre, ci affidiamo all’intercessione di S. Roberto Bellarmino, patrono dell’Università, e della Beata Vergine Maria, Sedes Sapientiae.

 

Nuno da Silva Gonçalves, S.J.

Rettore della Pontificia Università Gregoriana

 

Condividi:

Tags: