TwitterFacebookYouTubeIssuuNewsletter

Programma
degli Studi

In evidenza

La Gregoriana

Licenza - Dipartimento di Teologia Biblica

Decano P. Dariusz Kowalczyk, SJ

Direttore P. Jacek Oniszczuk

Introduzione

Il ciclo degli studi di "Licenza in Teologia Biblica" si propone di dare una visione organica e specializzata della Sacra Scrittura, offrendo una comprensione sintetica e approfondita del messaggio biblico e iniziando lo studente agli strumenti necessari per la ricerca.

Sul versante operativo, il conseguimento della "Licenza in Teologia Biblica" offre, tra l'altro, la possibilità di insegnare le discipline bibliche nei Seminari maggiori1.

Il documento in formato PDF Per consultare il documento

1. Iscrizione

1.1 Requisiti generali2

1.1.1 Condizioni per l'iscrizione

Per potersi iscrivere al curriculum di Licenza è necessario il “Baccalaureato canonico in Teologia”, conseguito presso una delle Facoltà di Teologia approvate dalla Santa Sede. Possono essere ammessi gli studenti che hanno ottenuto almeno 8/10 (o voto equivalente) come media complessiva del Baccalaureato. Gli studenti che hanno compiuto il sessennio filosofico-teologico in centri ecclesiastici che non conferiscono gradi canonici devono sottoporsi all’esame di ammissione.

Data la diversità dei programmi e dei criteri vigenti nell’assegnazione dei voti, agli studenti che non hanno conseguito il Baccalaureato nella Pontificia Università Gregoriana, potrebbe essere richiesta un’ulteriore verifica degli studi previ.

1.1.2 Modalità di iscrizione

Al momento dell’immatricolazione e prima di espletare qualsiasi formalità presso la Segreteria Generale3 , lo studente deve presentare presso il “Dipartimento di Teologia Biblica”:

  • Attestato di Baccalaureato o del curriculum equivalente (cf. sopra).
  • Scheda d'immatricolazione.
  • Scheda di iscrizione ai corsi e seminari4.

1.2 Requisiti specifici

1.2.1 Cultura biblica

Tutti i candidati al curriculum di Licenza sono tenuti a sostenere un esame di “Cultura biblica”, che ha lo scopo di verificare la preparazione generale dello studente nel campo degli studi biblici. L’esame è scritto e si tiene, di norma, all’inizio del primo o del secondo semestre del primo anno di Licenza (a scelta dello studente).

Programma e bibliografia si possono consultare sulla pagina web del dipartimento alla voce "Risorse per gli esami". L’iscrizione è automatica e non richiede, pertanto, l’espletamento di alcuna formalità. Qualora l’esame non venga superato, si offre una seconda possibilità o un elaborato alternativo, a discrezione del professore esaminante. Se neppure questa seconda possibilità ha esito positivo, il Direttore del Dipartimento valuterà caso per caso come procedere.

1.2.2 Esame di qualificazione in Ebraico e Greco

La Licenza in Teologia Biblica contempla, tra i suoi prerequisiti, la conoscenza dell’Ebraico e del Greco. Chi non ne fosse provvisto al momento dell’iscrizione, ha la possibilità di apprendere le due lingue durante gli anni della Licenza. Chi, invece, ne avesse già un’adeguata conoscenza, è tenuto a sostenere l’esame di qualificazione alla fine di Settembre (per chi si iscrive all’inizio dell’anno accademico) o alla fine di Gennaio (per chi si iscrive nel secondo semestre)4 . Vengono riconosciuti i corsi di lingue frequentati nella Pontificia Università Gregoriana durante il ciclo istituzionale.

Gli studenti che hanno studiato le lingue bibliche durante l’anno propedeutico del Pontificio Istituto Biblico sono dispensati dai corsi di Ebraico 1-2 e Greco 1-2 e passano direttamente al terzo livello. Tutti gli altri studenti devono comprovare le loro conoscenze, iniziando dal livello 1-2. Se uno studente ritiene di possedere un livello avanzato, deve prima sostenere l’esame del livello 1-2; superato questo livello può continuare, anche nello stesso giorno, a sostenere l’esame del terzo e eventualmente del quarto livello.

Il programma per l’esame di qualificazione è esposto sulla pagina web del dipartimento alla voce "Risorse per gli esami". L’iscrizione va effettuata nel Dipartimento all’inizio di ogni semestre.

1.2.3 Lingue moderne

Per la Licenza in Teologia Biblica si richiede la conoscenza di due lingue moderne, oltre a quella nativa (per gli studenti non italiani, l’italiano è comunque obbligatorio). Basterà una conoscenza passiva (comprensione dei testi) a livello intermedio. Entro i primi quattro semestri lo studente dovrà dimostrare la sua conoscenza sottoponendosi a un esame preparato dalla Facoltà. Di norma, questo esame si tiene all’inizio dell’anno accademico.

2. Curriculum

2.1 ECTS e durata dello studio

Gli ECTS necessari per il conseguimento della “Licenza in Teologia Biblica” sono 120. Alcune materie, considerate come prerequisiti, non hanno ECTS (Ebraico 1-2; Greco 1-2; Cultura biblica). Per le altre materie, gli ECTS sono così distribuiti:

Ebraico 33ECTS
Ebraico 43ECTS
Greco 33ECTS
Greco 43ECTS
Metodologia biblica2ECTS
Critica testuale AT e NT2ECTS
Teologia Biblica2ECTS
Corsi Propri3ECTS per ogni corso
Corsi Comuni3ECTS per ogni corso
Corsi Opzionali3ECTS per ogni corso5
Seminari3ECTS per ogni seminario
Tesi di Licenza30ECTS
Esame Finale30ECTS

La durata minima del curriculum di “Licenza in Teologia Biblica” è di due anni (4 semestri), come per le altre Licenze della Facoltà. Questo vale, tuttavia, per chi, all’atto dell’iscrizione, possiede già i requisiti linguistici concernenti la conoscenza dell’Ebraico e del Greco. Chi invece è principiante, in una o in entrambe le lingue, dovrà prevedere almeno un quinto semestre, sulla base del programma da concordare e verificare con il Direttore del Dipartimento.6.

2.2 Lingue bibliche

L’insegnamento delle lingue bibliche è organizzato in quattro livelli, ciascuno dei quali corrisponde a circa 25 ore di lezione. Per il conseguimento della Licenza, bisogna aver superato gli esami concernenti tutti i livelli.

L'organizzazione dei corsi prevede:

  • Per i principianti: quattro ore di Ebraico (EB2012) e quattro di Greco (GR2012) nel primo semestre del primo anno.
  • Per chi ha superato il livello 2: due ore di Ebraico (EB2003) e due di Greco (GR2003) nel secondo semestre del primo anno.
  • Per chi ha superato il livello 3: due ore di Ebraico (EB2004) e due di Greco (GR2004) nel primo semestre del secondo anno.

Gli studenti che, nel primo semestre, hanno frequentato il corso di “Ebraico 1-2” (EB2012) e di “Greco 1-2” (GR2012), ma non hanno superato il relativo esame, non potranno iscriversi ai corsi di “Ebraico 3” e di “Greco 3”, nella sessione di febbraio, ma dovranno ripetere gli esami nella sessione di giugno. Qualora non superino l’esame di giugno, normalmente dovranno rinunciare alla Licenza in Teologia Biblica. Se il problema riguarda una sola lingua, è competenza del Direttore del Dipartimento stabilire come procedere.

2.3 Materie obbligatorie

Oltre al corso di Cultura biblica, di cui sopra (cfr. 1.2.1), lo studente è tenuto a frequentare le materie che seguono.

2.3.1 Metodologia biblica

Il corso si svolge nel primo semestre del primo anno di Licenza ed è obbligatorio per tutti i nuovi iscritti. Gli studenti vengono introdotti al lavoro scientifico e all’uso degli strumenti di lavoro per la ricerca biblica. L’esame va sostenuto nella sessione di febbraio, secondo le modalità indicate dal professore.

2.3.2 Critica testuale dell’Antico Testamento e del Nuovo Testamento

Il corso si svolge nel secondo semestre del primo anno di Licenza. L’iscrizione è consentita solo a chi abbia superato i primi due livelli di lingua (EB 2012 e GR 2012). L’esame va sostenuto nella sessione di giugno.

2.3.3 Teologia Biblica

Il corso si svolge nel primo semestre del secondo anno di Licenza e intende aiutare gli studenti nella loro capacità di coniugare il lavoro esegetico con la dimensione teologica, all’interno di una prospettiva cristiana. Il corso intende altresì evidenziare la specificità della Teologia Biblica e il suo fondamentale contributo nel quadro delle altre discipline teologiche.

Il corso verrà svolto in parte mediante lezioni frontali e in parte mediante letture personali. L’esame va sostenuto nella sessione di febbraio.

2.4 Corsi propri

I Corsi Propri offrono la fisionomia specifica della Licenza in Teologia Biblica e preparano lo studente nell’ambito prescelto. Nel curriculum vengono offerti Corsi Propri di Antico Testamento (TBA), di Nuovo Testamento (TBN), e de “L’uno e l’altro Testamento” (TBAN). Gli studenti iscritti a partire dall’Anno accademico 2017/18 sono tenuti a frequentarne tre di AT e tre di NT7 . Devono scegliere inoltre un corso su “L’uno e l’altro Testamento”, che ha una particolare funzione all’interno del curriculum, offrendo uno spaccato proprio della Teologia Biblica.

I Corsi Propri vanno scelti in modo da coprire i seguenti campi: nell’AT Torah, Profeti e Scritti; nel NT Sinottici, Giovanni e Paolo.

L’iscrizione ai Corsi Propri è consentita solo a chi abbia superato il livello 2 della relativa lingua.

2.5 Corsi comuni

Oltre ai Corsi Propri, lo studente è tenuto a frequentare (e a sostenere i relativi esami) di tre Corsi Comuni, che mirano all’interdisciplinarità in ambito teologico8. Dei tre corsi obbligatori, almeno uno deve appartenere ad altre Licenze, diverse da Teologia Biblica.

I Corsi Comuni offerti dalla Teologia Biblica possono anche essere scelti come Corsi Propri.

2.6 Corsi opzionali

In sostituzione di due Corsi Propri, lo studente può scegliere un corso di AT e uno di NT dal programma del Pontificio Istituto Biblico, rispettando però il quadro dei sei campi previsti (cfr. 2.4). Secondo i programmi stabiliti annualmente, sarà possibile scegliere anche corsi di altre Facoltà o Istituti della Pontificia Università Gregoriana. Tra i corsi opzionali rientrano inoltre i corsi che si svolgono in Israele (cfr. 4.1). In ogni caso, è necessario il previo consenso del Direttore del Dipartimento.

2.7 Seminari

Il curriculum di Licenza prevede tre seminari, dedicati alla pratica dell’esegesi e della teologia biblica. Tutti i seminari si concludono con un elaborato scritto. Normalmente, uno dei seminari sarà scelto tra quelli di AT, un altro tra quelli di NT, il terzo tra quelli di AT o NT. La scelta dei seminari può essere utilizzata per adempire alla regola dei sei campi di studio (cfr. 2.4).

Può iscriversi ad un seminario solo chi ha superato il livello 2 della lingua propria del Seminario. L’iscrizione va fatta tramite la procedura on-line all’inizio di ogni semestre.

2.8 Tesi di Licenza

La Tesi di Licenza costituisce una delle tappe più importanti del curriculum. È guidata da un direttore, che lo studente ha la facoltà di scegliere tra i professori ordinari, straordinari e incaricati associati. Il direttore della tesi può chiedere allo studente di frequentare un suo seminario come prerequisito.

Lo scritto deve raggiungere un minimo di 50 pagine di testo9, senza contare note, bibliografia e indici10. Il lavoro deve avere, comunque, la consistenza di un sostanzioso articolo di rivista scientifica; in ogni caso, è determinante il parere del direttore della tesi.

2.9 Esame finale di Licenza

Con l’esame di sintesi si conclude la Licenza in Teologia Biblica11. L’esame verte su un programma di studio e un’apposita bibliografia, preparati dallo studente stesso. Questo programma va consegnato nella Segreteria della Facoltà entro il 10 gennaio per chi sostiene l’esame in febbraio, entro il 31 maggio per chi affronta l’esame in giugno, entro il 30 giugno per chi si presenta in settembre.

Le altre indicazioni su questo esame sono reperibili sulla pagina web del dipartimento, all’interno della voce “Risorse per gli esami”.

3. Informazioni utili

3.1 Numero di corsi consentiti

A coloro che frequentano Ebraico 1-2 (EB 2012) e Greco 1-2 (GR2012), oltre all’iscrizione al corso di Metodologia biblica, è consentita l’iscrizione a un solo corso, da scegliere tra i Corsi Comuni.

A coloro che frequentano uno solo dei corsi di lingue per principianti, oltre all’iscrizione al corso di Metodologia biblica, è consentita la frequenza a un massimo di tre corsi.

A chi abbia superato sia Ebraico 1-2 sia Greco 1-2 è consentita l’iscrizione a un massimo di sette corsi, compresi i Seminari.

Non è permesso iscriversi a corsi con orari coincidenti.

3.2 Dispense da corsi

La richiesta di dispensa da corsi fatti altrove va presentata al Direttore del Dipartimento, il quale, dopo la valutazione del caso, potrà rilasciare la dispensa con una comunicazione scritta.

3.3 Voti degli esami di qualificazione

I voti degli esami di qualificazione in Greco 1-2 ed Ebraico 1-2 non vengono conteggiati nella media della Licenza, mentre entrano nella media i voti dei gradi superiori (Ebraico 3 e 4; Greco 3 e 4).

3.4 Scadenze per la consegna della Tesi di Licenza

Cfr. il programma di Facoltà.

4. Corsi in Israele, Turchia e Grecia

4.1 Corsi in Israele

È possibile, anzi molto consigliato, che ogni studente di Teologia Biblica risieda per qualche tempo in Israele, in modo da approfondire la lingua, conoscere la cultura e visitare la terra. La Pontificia Università Gregoriana offre al riguardo tre possibilità.

a) Un soggiorno di più mesi, normalmente previsto per il semestre conclusivo del II ciclo. Gli studenti possono risiedere nel Pontificio Istituto Biblico di Gerusalemme e frequentare corsi offerti dallo Studium Biblicum Franciscanum dei Padri Francescani, dall’École biblique et archéologique française dei Padri Domenicani, e dalla Hebrew University of Jerusalem. Dei corsi frequentati nel semestre a Gerusalemme, la Facoltà può riconoscere fino a 6 ECTS. Comunque, il progetto di studio va presentato, per iscritto, al Direttore del Dipartimento, prima della partenza.

b) Un corso intensivo di Archeologia e Geografia della Terra Santa, organizzato a Gerusalemme dall’Istituto di Cultura e Archeologia delle terre Bibliche della Facoltà di Teologia di Lugano, in collaborazione con lo Studium Biblicum Franciscanum e la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Il corso, che si svolge ogni anno nel mese di luglio, con la durata di tre settimane, prevede lezioni in aula (per un totale di 24 ore accademiche) di geografia, archeologia e topografia; lezioni all’interno degli scavi archeologici; escursioni ai principali siti e ai più importanti musei del paese.

Il programma è attualmente diretto dal prof. Giorgio Paximadi dell’Istituto di Cultura e Archeologia delle terre Bibliche della Facoltà di Teologia di Lugano. Al termine del corso, considerato opzionale (3 ECTS), è previsto un esame obbligatorio per tutti i partecipanti. . Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.corsiagerusalemme.org.

c) Un corso di Archeologia e Geografia biblica per gli studenti del Pontificio Istituto Biblico, organizzato ogni anno nel mese di settembre, della durata di 4 settimane. A questo corso possono partecipare anche alcuni studenti della Pontificia Università Gregoriana. Il corso viene considerato opzionale e prevede 3 ECTS.

L’iscrizione al corso va effettuata in gennaio presso l’ufficio del Dipartimento di Teologia Biblica.

4.2 Corso in Grecia

Il Dipartimento di Teologia Biblica organizza, negli anni dispari, un viaggio di studio in Macedonia, Acaia e Creta con lezioni frontali e visite archeologiche.

Scopo del corso è di consentire agli studenti una conoscenza diretta dei luoghi in cui sorsero le prime comunità paoline e di approfondire le principali tematiche e implicazioni teologiche di una parte importante dell’attività apostolica di Paolo, inserendola nel suo contesto storico, geografico e culturale.

Il corso, diretto dal prof. Scott Brodeur, si svolge nel mese di settembre e ha la durata di due settimane circa. Sono previste visite a luoghi particolarmente significativi come ad es. Tessalonica, Filippi, Atene, Corinto, Delfi, Eleusis, ecc. È inoltre prevista una sosta di alcuni giorni nella “Casa Manresa” dei Padri Gesuiti di Inoi durante la quale le lezioni continueranno ad essere accompagnate da escursioni e visite guidate.

Ulteriori informazioni possono essere richieste al prof. Brodeur (e-mail: brodeur@unigre.it).

4.3 Corso in Turchia

Il Dipartimento di Teologia Biblica, in collaborazione con i Frati Minori Cappuccini dell’Emilia Romagna e della Turchia, organizza nel mese di settembre degli anni pari un corso itinerante sui luoghi delle prime comunità cristiane. Il corso si propone di introdurre gli studenti in quell’importante crocevia culturale, rappresentato da Asia minore, Anatolia e Siria. Dopo un’introduzione generale sulle diverse civiltà e culture che si sono avvicendate in queste terre, il corso si concentrerà sulle origini cristiane, con particolare riferimento a Paolo e Giovanni.

Verranno affrontate le seguenti tematiche di ambito biblico-archeologico: aspetti geografici e culturali dell’Anatolia; gli Ittiti e i loro insediamenti; aspetti storici, geografici e teologici dei viaggi missionari di Paolo di Tarso; la lettera ai Galati; le città greche e romane; il Giudaismo in Asia Minore; Giovanni e il sostrato giudaico del Quarto Vangelo; l’ermeneutica giudaica della Scrittura; l’Apocalisse e le lettere alle sette chiese.

Il corso è diretto dal prof. Maurizio Guidi in collaborazione con altri specialisti; ha la durata di tre settimane e prevede, oltre alle visite di luoghi culturalmente rilevanti e alle spiegazioni sui siti archeologici, almeno 24 ore di lezioni frontali. Il corso è considerato corso proprio della Licenza in Teologia Biblica, con 3 ECTS. Al suo termine è previsto un esame conclusivo.

Ulteriori informazioni possono essere richieste dal prof. Guidi (e-mail: terrabiblica@yahoo.it).

4.4 Corso di “Biblical Pastoral Ministry” a Lussemburgo

The Luxembourg School of Religion & Society organizes in cooperation with the Department of Biblical Studies at the Pontifical Gregorian University a Course on Biblical Pastoral Ministry in Luxembourg. The course shall promote the recognition of the ecclesiological position of biblical pastoral ministry as a true “locus theologicus” within the Church. The students shall understand the relevant fundamental theological issues, experience various methods of reading the Scriptures in the Christian Communities and prepare themselves for active ecumenical and interreligious sharing of the Scriptures.

The two-weeks course, directed by Prof. Dr. Georg Rubel, takes place in the second half of September and consists of 24 hours of teaching, through an interdisciplinary approach combining biblical studies, dogmatic issues and pastoral theology. In addition to that, a rich, diversified program will be offered as an opportunity to get in touch with Church, history, culture and life in Luxembourg and its pluralist society in the heart of Europe. The course is evaluated through a final exam. It may be recognized as “Corso comune” with 3 ECTS.

For further information and inscription please contact Prof. Rubel (e-mail: georg.rubel@lsrs.lu).

5. Quadro complessivo del curriculum della Licenza in Teologia Biblica12

Professore ECTS Voto
Lingue bibliche
EB2012 Ebraico 1-2............0.....
EB2003 Ebraico 3............3.....
EB2004 Ebraico 4............3.....
GR2012 Greco 1-2............0.....
GR2003 Greco 3............3.....
GR2004 Greco 4............3.....
Materie obbligatorie
TB0000 Cultura biblica............0.....
TB2002 Metodologia biblica............2.....
TB0005 Critica testuale AT e NT............2.....
TB2006 Teologia biblica............2.....
Corsi Propri13
Antico Testamento
TBA...    ..................................3.....
TBA...    ..................................3.....
TBA...    ..................................3.....
TBA...    ..................................3.....
Nuovo Testamento
TBN...    ..................................3.....
TBN...    ..................................3.....
TBN...    ..................................3.....
TBN...    ..................................3.....
L'uno e l'altro Testamento
TBAN...    ..................................3.....
[Corsi Opzionali]14
[...    ..................................3.....]
[...    ..................................3.....]
Corsi Comuni
.... ..................................3.....
.... ..................................3.....
.... ..................................3.....
Seminari15
TBS...    ..................................3.....
TBS...    ..................................3.....
TBS...    ..................................3.....
Tesi di Licenza30.....
Esame di sintesi30.....

1 Vedi Sapientia Christiana, art. 50.

2 Qui vengono riportate soltanto alcune norme fondamentali. Per una maggiore completezza di informazione sui requisiti generali, cfr. il ”Programma degli studi” della Facoltà di Teologia.

3 Cf. il capitolo "Immatricolazioni e Iscrizioni" nell'Ordo anni academici della Pontificia Università Gregoriana.

4 Le date esatte si possono rinvenire nel "Programma di Studi" della Facoltà di Teologia.

5 Gli eventuali 6 ECTS dei due Corsi Opzionali sostituiscono 6 ECTS di due Corsi Propri (cfr. 2.6).

6 Al terzo anno, cioè, a partire dal 5° semestre, coloro che non hanno completato il curriculum dovranno iscriversi come studenti “fuori corso”.

7 Gli studenti iscritti prima dell’Anno accademico 2017/18, invece, sono tenuti a frequentarne tre di AT, tre di NT e un settimo corso, a loro scelta, di AT o NT.

8 La lista dei Corsi Comuni si trova ogni anno nel ”Programma degli studi” della Facoltà di Teologia.

9 Cfr. le “Norme generali” del 2° ciclo nel “Programma degli studi” della Facoltà.

10 La “Tesi di Licenza” va redatta in duplice copia: una va consegnata al Professore che l’ha diretta e l’altra in Segreteria Generale.

11 E' necessaria l'iscrizione, che va fatta negli stessi tempi stabiliti per gli esami ordinari.

12 Per il conseguimento della Licenza sono necessari almeno 120 ECTS tra quelli indicati in questo prospetto riassuntivo.

13 A partire dall’anno accademico 2017-18 gli studenti devono scegliere sei Corsi Propri di AT e NT. Questi corsi devono coprire i seguenti campi: Pentateuco, Profeti e Sapienziali; Sinottici, Giovanni e Paolo.

14 Fino a due Corsi Propri possono essere sostituiti con Corsi Opzionali, rispettando, però, la norma dei sei campi obbligatori (v. sopra).

15 Gli studenti devono frequentare tre seminari: uno di AT, un altro di NT e il terzo a scelta. I seminari possono essere utilizzati per adempire, se necessario, alla regola dei sei campi biblici (cfr. n. 13).