Scheda Docente

Bibliografia Corso

Per consultare la lista dei libri in formato PDF

Dispense del Docente:

Scheda del corso TBA130 | 2017-2018

LA METAFORA SPONSALE NEI PROFETI E NEI SAPIENZIALI

Appelli non disponibili

Appelli (0)

Il forum del corso non è disponibile

Forum (0)

Caratteristiche: 3.0 ECTS - Primo semestre

Docente: Nuria Calduch Benages

Unità Accademica: Facoltà di Teologia

Corso di Laurea: Teologia: Licenza

Semestre        Giorno        Ora        Dalle        Alle        Aula        Piano        Palazzo       
Primo Lunedì 3 10.30 11.15 C215 2 Centrale
Primo Lunedì 4 11.30 12.15 C215 2 Centrale

Descrizione:

L’unione tra lo sposo e la sposa, cantata e magnificata poeticamente dall’autore del Cantico dei Cantici, è stata utilizzata allegoricamente dai profeti per illustrare il rapporto di alleanza fra Dio e Israele. Dio è lo sposo sempre fedele, e Israele è la sposa che spesso lo tradisce con altri amanti. I simboli matrimoniali non sono però esclusivi dei profeti. Nei testi sapienziali, per esempio, lo stretto rapporto che si stabilisce tra la sapienza e il discepolo che cerca di raggiungerla è anch’esso descritto in chiave nuziale. Lo scopo del corso è studiare la metafora sponsale attraverso dei brani scelti tra i libri profetici (Osea, Isaia, Geremia, Ezechiele¼) e sapienziali (Proverbi, Siracide, Sapienza), e approfondire il suo significato teologico.

Bibliografia:

G. BAUMAN, Love and Violence, Collegeville 2003; N. CALDUCH-BENAGES, “Sposo/Sposa”, Dizionario Biblico della Vocazione, Roma 2007, 888-894; S. MOUGHTIN-MUMBY, Sexual and Marital Metaphors in Hosea, Jeremiah, Isaiah, and Ezekiel, Oxford 2008; A. VILLENEUVE, Nuptial Symbolism in Second Temple Writings, the New Testament and Rabbinic Literature, Leiden 2016.