In ricordo - P. François Evain S.J.

In ricordo - P. François Evain S.J.

Lo scorso 19 aprile il P. François Evain S.J. è stato chiamato alla Casa del Padre. Padre Evain era nato a Sedan (Francia, Ardenne) il 21 settembre 1920, era entrato nella Compagnia di Gesù il 27 ottobre 1938, ed era stato ordinato sacerdote il 29 luglio del 1951.

Dopo il Baccalaureato in Filosofia, nel luglio del 1946 a Vals-près-Le-Puy, ha conseguito la Licenza in Teologia a Enghien, in Belgio, nel luglio del 1952, e poi in Filosofia presso la Pontificia Università Gregoriana nel giugno 1955. Nel giugno 1962 ha conseguito il Dottorato in Filosofia a Vals-près-Le-Puy con la dissertazione dal titolo Être et a priori: l'idée d'être comme condition a priori de possibilité de la perception intellectuelle dans le "Nuovo Saggio" di A. Rosmini. Successivamente, ha conseguito il Dottorato in Filosofia, nel 1972, e il Dottorato in Lettere, nel 1977, presso l’Université de Grenoble.

Per quanto riguarda la sua attività di docenza, dal 1946 al 1948 ha insegnato Filosofia presso il Collège St. Clément di Metz; dal 1955 al 1958 ha insegnato Ontologia Generale presso la Facoltà di Filosofia di Vals-près-Le-Puy; dal 1958 al 1972 è stato docente presso l'Institut Superieur de Théologie-Scolasticat SJ et Seminaire Interdiocesain Tananarive (Madagascar) insegnando le seguenti materie: Antropologia filosofica, Etica generale, e Storia della filosofia moderna e contemporanea. Nella stessa istituzione, dal 1960 al 1972 ha ricoperto anche la carica di Direttore degli Studi Filosofici.

Dal 1974 è stato Segretario Generale del CERIC (Centre des Recherches Interdisciplinaire de Chantilly) fino al 1977, anno in cui ha iniziato la sua attività di docenza di Storia della Filosofia moderna presso la Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Gregoriana. Qui, nel 1979 è stato nominato Professore Straordinario e poi, nel 1983, Professore Ordinario presso la medesima Facoltà.

Specializzato nell'ontologia di Rosmini, ha passato la maggior parte della sua vita apostolica nella formazione e nell'insegnamento della filosofia. È ampia ed estesa la sua bibliografia, che include soprattutto numerosi contributi all'interno della Rivista Rosminiana di filosofia e cultura. Nel 2014, a causa del peggioramento della malattia di Alzheimer, della quale soffriva, è stato trasferito nella città di Vanves, presso la casa di riposo EHPAD Maison Soins et Repos, dove si è spento.

Condividi:

Tags: