Ufficio Borse di Studio

L’ufficio borse di studio si occupa principalmente della gestione di:

  1. Fondo borse di studio della Pontificia Università Gregoriana (Borse PUG), creato con l’aiuto di benefattori per l’assegnazione di borse di studio destinate a coprire il costo delle tasse accademiche parziali di studenti che versano in condizioni economiche disagiate.
  2. Fondo Sostegno Studi al Consorzio (Borse DIR), creato dal P. Generale della Compagnia di Gesù per gli studenti del Consorzio (PUG, PIB e PIO).

Funge, altresì, come intermediario o co-erogante di alcune istituzioni esterne che offrono borse di studio o che prevedono programmi di mobilità per gli studenti, quali The Saint John Paul II Fund of the Papal Foundation, Comitato Cattolico per la Collaborazione Culturale, FUCE.

Altre competenze dell’Ufficio:

  • a. concessione degli “Anticipi” per dilazionare i termini di versamento delle tasse d’iscrizione;
  • b. gestione delle esenzioni dal pagamento delle cosiddette tasse speciali e della maggiorazione in caso di iscrizione tardiva;
  • c. gestione della restituzione delle tasse in caso di rinuncia agli studi e della cancellazione delle tasse rimaste pendenti, ostative di ogni ulteriore attività dello studente;
  • d. valutazione della concessione della dispensa, nell’eventualità della re-iscrizione al dottorato per decadenza.

A. Borse di studio PUG

Nuovi studenti che si iscriveranno nel prossimo anno accademico al Baccalaureato, Licenza o Diploma

  • Le domande si presentano compilando l'apposito modulo, reperibile presso l'Ufficio Borse di Studio (F114) o nella pagina Web modulistica online del sito Web dell'Università, e consegnandolo, insieme alla documentazione richiesta, al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio, nel periodo delle iscrizioni all'Università.
  • L'esito della domanda verrà comunicato direttamente dal Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio in sede di colloquio.

Studenti già iscritti all'Università al Baccalaureato, Licenza o Diploma

Le richieste si presentano dal 15 marzo 2022 al 2 maggio 2022 per l'Anno Accademico 2022-2023.

La richiesta va presentata attraverso la pagina Web Segreteria online studenti.

Il modulo compilato online, accompagnato dalla documentazione richiesta, va consegnato nell'Ufficio Borse di Studio, nei tempi previsti, per la valutazione di un'apposita Commissione, composta da: Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio, Segretario Generale, Economo e un Rettore segnalato dal Presidente dell'Associazione dei Rettori.

È requisito necessario aver conseguito, nell'ultima sessione di esami, una media ponderata dei voti pari ad almeno 8.70/10.

L'esito delle richieste verrà comunicato tramite avviso affisso nelle bacheche dell'Università e pubblicato nella pagina Web Segreteria online studenti entro la fine del mese di giugno.

Solo in casi eccezionali e motivati, sarà possibile richiedere la borsa di studio direttamente al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio durante il periodo delle iscrizioni.

Studenti iscritti al Dottorato

Le domande si presentano compilando l'apposito modulo reperibile presso l'Ufficio Borse di Studio (F114) o nella sezione modulistica online del sito Web dell'Università, e consegnandolo, insieme alla documentazione richiesta, al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio, senza limiti di scadenza.

Non si accettano richieste pervenute prima della presentazione dell'argomento della tesi, per il pagamento della cui tassa non è possibile richiedere la borsa di studio.

Documentazione

Per tutti (Diocesani, Religiosi, Laici). Una lettera personale da parte del richiedente indirizzata al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio, in cui si presenta richiesta di borsa di studio e si risponde ai seguenti quesiti:

  • se si intraprendono gli studi per propria scelta o per volontà dei Superiori;
  • la finalità degli studi e/o l'eventuale incarico che si assumerà a seguito del completamento degli studi;
  • la situazione economica propria, familiare o dell'Istituzione di appartenenza;
  • se le restanti spese di studio, vitto, alloggio e sanitarie sono sostenute dai proventi del proprio lavoro, dall'aiuto che si riceve da parte dei familiari, del collegio, di privati o di altre Istituzioni.

Per seminaristi e sacerdoti diocesani e religiosi/e solamente e soltanto per la prima richiesta. Una lettera del proprio Vescovo o Superiore Maggiore attestante:

  • il percorso di studi che il candidato deve svolgere;
  • l'indicazione del luogo di residenza dello studente a Roma;
  • l'indicazione dell'aiuto economico offerto per il vitto, l'alloggio, le spese di studio e sanitarie dello studente nel suo periodo di permanenza a Roma;
  • l'attestazione delle difficoltà della Diocesi o dell'Istituto a provvedere al pagamento delle tasse accademiche.

Per i soli dottorandi. Oltre alle lettere sopra indicate, una lettera informativa del Moderatore della tesi, consegnata in busta chiusa o inviata per e-mail al Delegato del Rettore per l'Ufficio Borse di Studio, nella quale si attesti lo stato della tesi, se il dottorando sta ancora effettuando la ricerca o ha iniziato la fase redazionale, se è possibile fare previsioni sul termine del lavoro dottorale.

 

B. Borse di studio del Fondo Sostegno Studi al Consorzio (DIR)

Informazioni disponibili presso l’Ufficio borse di studio a decorrere dall’inizio del secondo semestre.

Modulo di contatto - Ufficio Borse di Studio