Pro Ucraina, una iniziativa per accogliere e integrare

Pro Ucraina, una iniziativa per accogliere e integrare

Con l’iniziativa Pro Ucraina, il Dipartimento dei Beni Culturali della Chiesa intende dare il proprio contributo a sostegno della popolazione ucraina che, colpita dalla guerra, trova rifugio e accoglienza a Roma. Questa iniziativa - come espresso dal Rettore della Gregoriana, P. Nuno da Silva Gonçalves S.J. - desidera «essere espressione di quell’accoglienza e di quell’integrazione che sempre intendiamo perseguire nell'Università, quale istituzione internazionale».

I docenti del Dipartimento offriranno ai profughi ucraini un itinerario nella storia della Roma cristiana, con una serie di visite a luoghi e monumenti significativi per le origini e l’organizzazione del cristianesimo nell’Urbe. «Crediamo infatti che la promozione della conoscenza dei luoghi e delle persone possa essere un’occasione per aiutare i fratelli ucraini a sentirsi accolti nella città del Successore di Pietro», spiega Ottavio Bucarelli, direttore del Dipartimento, «per essere partecipi della vita e della storia della comunità cristiana che è in Roma». Le nove visite, che avranno luogo tra maggio e ottobre 2022, seguiranno questo programma:

- La tomba di Pietro. Visita alla Necropoli Vaticana.
- L’apostolo delle Genti. Visita alla basilica papale di San Paolo fuori le mura.
- I cimiteri cristiani. Visita alla catacombe di San Sebastiano.
- La sede del Vescovo di Roma. Visita alla cattedrale di San Giovanni in Laterano.
- Le parrocchie romane. Visita alla basilica di Santa Sabina all’Aventino.
- L’Oriente a Roma. Visita alla basilica di San Clemente.
- La Theotokos. Visita alla basilica papale di Santa Maria Maggiore.
- I Musei del Papa. Visita ai Musei Vaticani.
- Incontro conclusivo. Basilica di Santa Sofia.

L’iniziativa si svolge con la piena adesione e collaborazione dell’Esarcato Apostolico per i fedeli cattolici ucraini di rito bizantino residenti in Italia - Ufficio della Pastorale Giovanile, con il contributo della Fabbrica di San Pietro in Vaticano,  la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, i Musei Vaticani e con il sostegno della Famiglia Bergami.

Le visite sono riservate ai cittadini ucraini rifugiati a Roma a causa della guerra, i cui nominativi saranno indicati esclusivamente dall’Ufficio della Pastorale Giovanile dell’Esarcato Apostolico.

 

(Chiesa dei SS. Sergio e Bacco in Roma - Preghiera davanti all'icona
della Santissima Madre di Dio di Žyrovici, anche detta "Madonna del Pascolo")

Condividi:

Tags:

  • Sezioni: Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa
  • Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa: Dipartimento dei Beni Culturali della Chiesa
  • Sezioni: PUG