Scheda

SP1062  EPISTEMOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE (A.A. 2021/2022)

  • Unità Accademica
    Facoltà di Scienze Sociali
  • Corso
    Baccalaureato in Scienze Sociali

Obiettivi: Il corso si propone i seguenti obiettivi: a) offrire agli studenti
una conoscenza di base delle principali prospettive epistemologiche
delle scienze sociali (individualismo/collettivismo, spiegazione/comprensione);
b) proporre un modello epistemologico per la spiegazione scientifica
dei fenomeni sociali, in riferimento alla tradizione del razionalismo critico,
dell’epistemologia fallibilista (soprattutto di K. Popper), della Scuola
austriaca di economia, dell’individualismo metodologico, dell’ermeneutica
di Gadamer e dell’evoluzionismo sociale; c) evidenziare lo stretto rapporto
che può intercorrere tra epistemologia e politica, proponendo una difesa
epistemologica della “società aperta” e della libertà.

Contenuti: 1. Il problema dell’induzione. 2. Critiche alle teorie osservativistiche.
3. Problemi-teorie-critiche. 4. Che cos’è un problema. 5. Che
cos’è una teoria. 6. Come si critica una teoria. 7. Asimmetria logica tra Modus
tollens
e Modus ponens. 8. La serendipity e la scoperta di una teoria.
9. L’immaginazione e la fantasia nella scoperta scientifica. 10. Epistemologia
e didattica dell’errore. 11. Epistemologia ed ermeneutica. 12. Problemiteorie-
critiche e “circolo ermeneutico” 13. Teoria unificata del metodo: il
modello Popper-Hempel. 14. Il modello nomologico deduttivo nelle scienze
storico-sociali. 15. La previsione scientifica nelle scienze sociali. 16. Spiegazione
storica scientifica e interpretazione storica ideologica. 17. L’oggettività
nelle scienze sociali. 18. La “conoscenza per tracce”: la logica dell’abduzione.
19. Leggi e modelli nella spiegazione scientifica. 20. I fatti della
scienza come “costrutti teorici”. 21. La storiografia come conoscenza ermeneutica.
22. La storia “come storia contemporanea” 23. Obiezioni e repliche
alla storiografia come scienza 24. Individualismo e collettivismo nelle
scienze sociali. 25. La teoria della razionalità e la spiegazione dell’azione
umana. 26. Le conseguenze inintenzionali: la spiegazione “a mano invisibile”
della genesi delle istituzioni sociali. 27. “Ordini costruiti” e “ordini
spontanei”. 28. Dispersione della conoscenza e ordini spontanei. 29. “Società
aperta” e “società chiusa”. 30. I fondamenti epistemologici della
“società aperta”. 31. Per una difesa evolutiva della libertà.

Metodo di insegnamento: Lezioni frontali

Modalità di valutazione: La verifica della conoscenza del programma
del corso e del raggiungimento degli obiettivi formativi avverrà attraverso
un esame orale.

Informazioni

  • Semestre: 1° Semestre
  • ECTS: 4

Docenti

Vincenzo DI NUOSCIO
Vincenzo DI NUOSCIO

Orario lezioni/Aula

Semestre Giorno Dalle Alle Aula Piano Palazzo Note
1° Semestre Giovedì 9.30 10.15 L107 1 Lucchesi (dal 07/10 al 25/11)
1° Semestre Giovedì 10.30 11.15 L107 1 Lucchesi (dal 07/10 al 25/11)
1° Semestre Giovedì 11.30 12.15 L107 1 Lucchesi (dal 07/10 al 25/11)

Bibliografia

  • E. DI NUOSCIO, Il mestiere dello scienziato sociale.
    Un’introduzione all’epistemologia delle scienze sociali
    , Liguori, Napoli, 2006;

    D. ANTISERI, Trattato di metodologia delle scienze sociali, Utet, Torino 2007,
    capitoli: 1, 4, 5, 20, 26, 27, 28.

    Letture consigliate:
    K. POPPER, Tutta la vita risolvere problemi, Rusconi, Milano 1994
    (oppure ed. Bompiani, Milano 2001); D. ANTISERI, E. DI NUOSCIO,
    F. FELICE, Democrazia avvelenata, Rubbettino, Soveria Mannelli 2018.

Appelli

Data Orario Aula Tipo esame da lettera a lettera Note
1 giu 2022 . . Scritto A Z La data e l'orario si devono concordare con il Professore prima che inizi la sessione.