Teologia Dogmatica

«Sappiamo che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l’intelligenza per conoscere il vero Dio» (1Gv 5,20). Nella Facoltà di Teologia della Gregoriana, il Dipartimento di Teologia Dogmatica si offre come il «luogo» privilegiato in cui poter approfondire il mistero cristiano e le sue implicazioni. Erede della grande tradizione teologica del Collegio Romano e della Scuola Romana, ma anche dei grandi professori che prima e dopo il Concilio Vaticano II hanno formato schiere di alunni, il Dipartimento offre una proposta teologica unica nel suo genere per ricchezza di contenuti.

Il programma di studi è costruito in vista di una formazione teologica completa ma non generica, specialistica ma non settoriale, con la possibilità di scegliere tra due indirizzi: generale e specifico. Il primo abbraccia tutto il campo della Teologia Dogmatica, con la garanzia di poterla studiare in tutti i suoi aspetti; il secondo, senza trascurare la visione d’insieme del mistero cristiano, permette l’approfondimento di una delle aree in cui è stata divisa la Dogmatica:

  • Area cristologicotrinitaria (Cristologia, Soteriologia, Trinitaria, Pneumatologia, Mariologia);
  • Area ecclesiologicosacramentale (Ecclesiologia, Sacramentaria, Ecumenismo, Dialogo interreligioso);
  • Area antropologicoescatologica (Antropologia teologica, Protologia, Grazia, Virtù teologali, Escatologia).

Al termine del biennio lo studente consegue la Licenza in Teologia Dogmatica, e non in una delle discipline della dogmatica. Questa peculiarità è eredità storica dell’Università delle Nazioni.

Un progetto così ambizioso, che garantisce percorsi diversificati attraverso corsi e seminari in tutte le aree e le singole discipline, è possibile in forza di un corpo docente numeroso e preparato. Anzitutto, i professori stabili, che coprono tutti gli ambiti della Teologia Dogmatica: la loro competenza personale è impreziosita dal lavoro di équipe nelle tre aree, spesso sviluppato in percorsi condivisi, espressi in corsi a più voci o in altre iniziative che manifestano quella che si potrebbe chiamare «scuola della Gregoriana». Ad essi si affianca un congruo numero di professori invitati, che permette di diversificare ulteriormente l’offerta formativa. Questi professori sono garanzia anche di un adeguato accompagnamento dei tanti studenti di terzo ciclo, che intendono conseguire il Dottorato in Teologia alla Gregoriana.