Twitter Facebook YouTube Issuu Newsletter


Fondi librari

 

Il patrimonio librario della Biblioteca ammonta a circa 500.000 volumi, di cui circa 50.000 disponibili a scaffale aperto e dunque direttamente accessibili all’utenza. I settori di specializzazione riflettono le aree disciplinari specifiche dell’Università: teologia, diritto canonico, filosofia, storia e beni culturali della Chiesa, missiologia, scienze sociali, spiritualità e psicologia.

Tutte le collezioni sono catalogate e ricercabili nell’OPAC; i 5 cataloghi cartacei a schede sono stati chiusi il 30 settembre 1992.

 

  Collezione libraria principale

La Collezione libraria principale è conservata nei 6 piani della Torre libraria e, per le sezioni relative alle opere di grande consultazione, enciclopedie, manuali e opere di reference, nelle Sale di lettura.

 

 

 

  Fondo Antichi e rari

Il Fondo, tradizionalmente chiamato “Riserva”, comprende le edizioni antiche, rare e preziose facenti parte del patrimonio della Biblioteca. Consta di circa 25.000 documenti tra incunaboli, cinquecentine ed edizioni stampate fino al 1830; è conservato in un ampio locale, dotato di scaffalature compact e di un sistema di controllo dei parametri ambientali, situato nell’ala Traspontina del Palazzo Centrale. Dei 50 incunaboli presenti nella raccolta è stato pubblicato il catalogo nel 2008.

 

  Fondo Tesi dottorali

Il Fondo conserva oltre 20.000 tesi dottorali, di cui circa 7.000 della Pontificia Università Gregoriana conservate in una sala dedicata.

 

  Fondo SIDIC

Il Fondo SIDIC è una raccolta di circa 7.000 volumi sul dialogo interreligioso fra cristiani ed ebrei che è stata donata nel 2001 dal Service international de documentation judéo-chrétienne alla Biblioteca della Gregoriana; si tratta di un fondo corrente, conservato nel Deposito Traspontina.

 

  Fondo Wetter

Impostato dal Padre Gustav Andreas Wetter e nato come Bibliotheca scriptorum Russorum, poi Centro studi marxisti, il Fondo, composto da circa 42.000 volumi, è un’ampia raccolta di pubblicazioni riguardanti la filosofia e la letteratura russa e sovietica, l’ateismo contemporaneo ed il Marxismo; è chiuso e conservato nel Deposito Traspontina.

 

  Fondo Fagiolo dell’Arco

Il Fondo, con i suoi 3.000 volumi, illustra gli interessi culturali e artistici di Maurizio Fagiolo dell’Arco, studioso d’arte, collezionista e bibliofilo, che ha dato vita, in anni di intensa attività di lavoro e di studio, a una ricca biblioteca che trova nel Barocco il suo centro tematico. Il Fondo, chiuso e di cui nel 2010 è stato pubblicato il catalogo, è conservato nel Deposito Traspontina.

 

  Fondo Vedovato

Il Fondo, raccolta di circa 4.600 volumi, è la libreria privata del professore Giuseppe Vedovato e copre prevalentemente tematiche afferenti al settore delle scienze umane e sociali, riflettendo dunque gli interessi culturali del suo fondatore; anche questo Fondo, chiuso, è conservato nel Deposito Traspontina.

 

  Fondo BEV

Il Fondo Biblioteca Europea Vedovato è una raccolta di circa 35.000 volumi concernenti la storia del XX secolo, le tematiche legate ai processi di integrazione europea, le relazioni internazionali, la storia parlamentare e diplomatica. Raccolto dal senatore Giuseppe Vedovato durante la sua attività politica presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo, il Fondo è chiuso e conservato nel Deposito Traspontina.

 

  Fondo agiografico

La raccolta è costituita dai documenti emanati dalla Congregazione per le cause dei santi relativi alle beatificazioni e alle canonizzazioni; formata attualmente da circa 2.000 volumi, è conservata sul ballatoio della Sala Distribuzione.

 

 

 Sistemi di classificazione

 

Per classificare semanticamente il patrimonio, organizzare la sua conservazione, facilitare il reperimento e la fruizione, la Biblioteca ha ideato due sistemi di classificazione, uno per le opere monografiche e uno per i periodici, che consentono di raggruppare concettualmente e fisicamente i documenti in relazione alle aree disciplinari di specializzazione. I codici di classificazione possono anche essere utilizzati come chiave di ricerca nel catalogo.

Il primo si sviluppa in 910 classi di argomento, contrassegnate da un numero arabo, e da numerose sottoclassi, individuate da una o più lettere dell’alfabeto.

Ad esempio la classe 15 – Sacra Scrittura. Studi sul Nuovo Testamento è composta dalle seguenti sottoclassi:

Tabella di classificazione delle monografie

 

Il sistema di classificazione dei periodici, invece, si compone di 27 classi contrassegnate da una lettera dell’alfabeto.   

Tabella di classificazione dei periodici