Attività e progetti

La doppia anima della Biblioteca, quella universitaria e quella storica, e soprattutto la consapevolezza di conservare un patrimonio che rappresenta una delle eccellenze della Gregoriana, ha fatto nascere l’idea di avere in loco un punto di primo intervento conservativo dove si potesse “curare” il Fondo Antichi e rari, una Collezione che ha subìto l’urto del tempo e delle vicissitudini storiche. La Biblioteca sta attivando con Istituti di alta formazione dei tirocini di restauro e conservazione da svolgersi presso il Laboratorio interno; i tirocini sono strutturati tenendo conto delle capacità tecnico operative degli studenti e contemplano lo svolgimento di interventi di diversa entità, dalla semplice spolveratura e messa in sicurezza, all’attuazione di restauri completi.

Il Progetto intende valorizzare il Fondo Antichi e rari della Biblioteca attraverso un percorso che parta dalla catalogazione informatizzata di opere ed esemplari e giunga ad esperienze espositive, al fine di avviare processi culturali e diffondere la conoscenza della storia secolare delle biblioteche gesuitiche.

L'esigenza di una revisione qualitativa della Collezione Periodici ha portato, in prima battuta, alla valutazione della sezione periodici correnti. La fase successiva del Progetto prevede che la Biblioteca, insieme al suo Consiglio e alle Unità Accademiche, esamini gli abbonamenti chiusi in vista di un possibile scarto, nell'ambito di un più generale piano di revisione delle collezioni.

Il Progetto prevede l'integrazione dei cataloghi della Biblioteca e dell'Archivio Storico con l'intento di amplificare la ricerca documentaria e reperire, attraverso un'unica interrogazione, tutte le risorse documentarie, stampate e manoscritte, conservate dalla Pontificia Università Gregoriana.

Il Progetto ha l’intento di garantire fluidità e trasparenza al processo di movimentazione e consultazione del patrimonio librario. La tracciabilità del volume attraverso l’adozione della tecnologia RFID e la gestione informatizzata della procedura di richiesta in lettura e del prestito, consentono la localizzazione del libro in Biblioteca, la verifica della sua disponibilità o indisponibilità, il controllo dei tempi di consultazione, prestito e rientro nei depositi librari.